Come scegliere la sella giusta

Come scegliere la sella giusta

Come scegliere la sella della bici più adatta alle proprie esigenze?
Una domanda ricorrente tra la maggior parte dei ciclisti, a cui non è semplice dare una risposta, poiché non esiste una sella ideale che vada bene per tutti.

La sella costituisce uno dei tre punti di appoggio del ciclista sulla bici, insieme a manubrio e pedali, ma è quello più complicato da scegliere perché interessa zone molto delicate.
Sul mercato ci sono un’infinità di proposte che rendono ancora più difficile la decisione, soprattutto se non si hanno le idee chiare. Al giorno d’oggi, in realtà, grazie ai numerosi studi biomeccanici effettuati dalle aziende produttrici, abbiamo delle indicazioni scientifiche e delle regole più precise che possono aiutare nell’acquisto della sella giusta e limitare dolori e problemi al soprasella.
In questo articolo analizzeremo i tre parametri oggettivi che incidono maggiormente sulla scelta della sella, riducendo notevolmente il margine di errore.

LARGHEZZA DELLA SELLA
Il primo aspetto da considerare riguarda la larghezza della sella, che è direttamente correlata alla larghezza delle proprie ossa ischiatiche.
Come si fa a conoscere questo valore?
Quasi tutte le aziende hanno messo a punto dei sistemi per facilitare l’utente finale nella scelta: i parametri presi in considerazione sono molteplici, tra cui c’è sempre quello relativo alla larghezza delle ossa ischiatiche.
Rivolgetevi, quindi, al vostro rivenditore di fiducia per ottenere questo dato. Ossa ischiatiche strette (diciamo con larghezza inferiore a 11-11,5 cm) richiedono selle strette; ossa ischiatiche larghe (larghezza maggiore di 11,5-12 cm) necessitano di selle da 143 mm in su, per ottimizzare il comfort, evitare fastidi al soprasella e migliorare la biomeccanica del gesto.
Una larghezza sella errata provoca anche squilibri della pedalata, che possono generare dolori alla schiena, più frequentemente nella zona lombare.

LA FORMA DELLA SELLA
Il secondo parametro da analizzare è la forma della sella.
Avrete notato che ci sono selle con forme decisamente diverse tra loro: alcune molto arrotondate, altre piatte, alcune più imbottite, altre meno.
La scelta della forma è strettamente legata alla flessibilità del proprio bacino e, di conseguenza, alla posizione che si riesce a tenere in bici. Chi ha un’elevata flessibilità e pedala in posizione aggressiva (dislivello sella-manubrio pronunciato), dovrebbe optare per una sella piatta, con un supporto maggiore sulla parte anteriore, dove scaricherà gran parte della pressione. Una sella dalla forma piatta è più adatta a chi pedala in posizione racing, cioè con un elevato dislivello sella-manubrio. Le selle di forma corta permettono un’ottima biomeccanica della pedalata e migliorano il comfort di chi pedala in posizione molto aggressiva.
Al contrario, chi ha una scarsa mobilità del bacino e, di conseguenza, pedala in posizione piuttosto eretta, scaricherà la maggior parte del peso sulle ossa ischiatiche e dovrebbe optare per selle con forme più arrotondante, che migliorano la stabilità della pedalata.
Tra i due estremi ci sono soluzioni intermedie, che alcuni brand classificano come “semi-round”. Effettuare questa scelta non è così semplice, ma molti marchi hanno cercato di semplificare le cose, specificando qual è la natura di ogni sella proposta in catalogo e la destinazione d’uso più adatta.
Analizzando l’aspetto relativo alla forma della sella, non possiamo tralasciare le selle con punta smussata, quelle che vengono chiamate short fit e che ormai tutti i brand hanno in catalogo.
Le selle “corte” migliorano la biomeccanica della pedalata e ottimizzano la seduta, in particolare per coloro che ruotano molto il bacino in avanti e quindi pedalano in posizione parecchio protesa verso il manubrio.

PRESENZA E DIMENSIONE DEL FORO
Il terzo aspetto da valutare riguarda la presenza del foro e la sua dimensione.
Non dimenticate che in alcuni casi il foro può essere sostituito da un canale di scarico centrale, che svolge la stessa funzione.
Anche questa scelta dipende dalla conformazione della zona del soprasella di ciascun soggetto, ma soprattutto dalla posizione in bici.
Chi pedala con un dislivello sella-maunbrio accentuato tende a scaricare gran parte del peso nella zona del pavimento pelvico e quindi avrà maggiore bisogno del foro per alleggerire la pressione. Per svolgere correttamente la sua funzione, il foro (o canale di scarico) deve avere una dimensione sufficiente e, in particolare, interessare anche la parte più avanzata della sella.
La presenza del foro non ha controindicazioni particolari, quindi come forma di prevenzione si può consigliare a tutti, ad eccezione di chi soffre con frequenza di dolori alle zone laterali, cioè quelle di appoggio degli ischi, poiché accrescerebbe ulteriormente la pressione in queste aree.

Una volta trovata la sella giusta, cioè quella che vi permette di pedalare senza particolari fastidi anche per diverse ore, non fate molti altri esperimenti e continuate ad utilizzare quella anche in caso di cambio bici. Curate la posizione in sella, accertandovi di pedalare con altezza e arretramento corretti, poiché spesso i problemi al soprasella derivano da una posizione in bici errata, che genera pressioni e squilibri.

 

 

 

COMMENTA

Nome
Email
Messaggio
Invia Commento


Do il consenso
Nego il consenso
Informativa sulla Privacy Ai sensi del Regolamento UE 2016/679 Clicca qui

Informativa sulla Privacy Ai sensi del Regolamento UE 2016/679

Ai sensi del Regolamento UE 2016/679 denominato “Regolamento Europeo in materia di protezione dei dati personali” (GDPR) informiamo gli utenti che i dati personali immessi nel sito sono trattati con le modalità e le finalità descritte di seguito. 

Per trattamento di dati personali ai sensi della norma, si intende qualunque operazione o complesso di operazioni, svolti con o senza l'ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati, concernenti la raccolta, la registrazione, l'organizzazione, la conservazione, l'elaborazione, la modificazione, la selezione, l'estrazione, il raffronto, l'utilizzo, l'interconnessione, il blocco, la comunicazione, la diffusione, la cancellazione e la distribuzione di dati. 

In osservanza delle prescrizioni previste dal nuovo Regolamento in materia di protezione dei dati personali, si comunica quanto segue:

 

1. Titolare del trattamento 


Titolare del trattamento dei dati è Maria Gerla Colomba con sede a Riccione   Via tre baci3 , cap. 47838, che li utilizzerà per le finalità indicate di seguito. Per ulteriori informazioni potete contattarci al seguente indirizzo mail: info@cyclisthotel.com

2. Oggetto del trattamento


I dati personali ed anagrafici (nome, cognome, indirizzo email) da noi raccolti vengono forniti dall'utente in fase di registrazione al sito web www.cyclisthotel.com, all'invio di una richiesta di contatto e/o all'atto di iscrizione al servizio di newsletter. 

3. Finalità del trattamento


I dati personali sono trattati per finalità connesse o strumentali all'attività del concessionario Maria Gerla Colomba quali l'archiviazione nei propri database o lo svolgimento di attività di direct mail marketing. In particolare: 

A. Senza il consenso espresso dell'interessati per:

  • La richiesta di registrazione al sito web;
  • La ricezione di un messaggio inviato tramite il form “Contattaci”. Al momento della compilazione del form vengono richiesti i dati personali (nome e indirizzo di posta elettronica) con i quali successivamente l'utente sarà identificato al fine di inviare una risposta all'indirizzo email indicato.

B. Con il consenso espresso dall'interessato per l'iscrizione al servizio di newsletter fornito dal Titolare. 

 

4. Modalità del trattamento


I dati personali sono oggetto di trattamento improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza. La società assicura che il trattamento dei dati effettuato con o senza l'ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati, avverrà mediante strumenti idonei a garantirne la sicurezza e la riservatezza dell'interessato, tramite l'utilizzo di idonee procedure che evitino il rischio di perdita, accesso non autorizzato, uso illecito e diffusione, nel rispetto dei limiti e delle condizioni posti dal Regolamento UE 2016/679.

I dati personali sono sottoposti a trattamento sia cartaceo che elettronico e/o automatizzato.

I dati vengono trattati da nostro personale, ove impegnato nella esecuzione del mandato conferitoci.

 

5. Accesso ai dati


I soggetti che possono venire a conoscenza dei dati personali dell'utente in qualità di responsabili o incaricati (in base all'Articolo 13 Comma 1 del GDPR) sono: 

  • Il Titolare del trattamento
  • Il personale del Titolare del trattamento, per l'espletamento delle richieste dell'utente (registrazione al sito web, iscrizione alla newsletter, risposta ad una richiesta di informazioni)

I dati personali non saranno oggetto di diffusione a terzi. 

 

6. Comunicazione dei dati


I dati potranno essere comunicati a Organismi di vigilanza, Autorità giudiziarie ed altri soggetti terzi ai quali la comunicazione sia obbligatoria in forza di legge, ivi incluso l'ambito di prevenzione/repressione di qualsiasi attività illecita connessa all'accesso al sito e/o all'invio di una richiesta. 

 

7. Trasferimento dei dati


La gestione e la conservazione dei dati personali avverrà su server ubicati in Italia del Titolare e/o di società terze e nominate quali Responsabili del trattamento. 
I dati non saranno oggetto di trasferimento al di fuori dell'Unione Europea. 

 

8. Periodo di conservazione dei dati


I dati personali degli utenti del sito che inviano una richiesta di informazioni tramite il modulo di contatto, saranno conservati per i tempi strettamente necessari all'espletamento della richiesta, per le finalità illustrate nel punto 3.  

I dati raccolti per le attività di registrazione al sito web e iscrizione al servizio di newsletter, saranno inseriti nel database aziendale e conservati per il tempo della durata del servizio, al termine del quale saranno cancellati o resi anonimi entro i tempi stabiliti dalla norma di legge. 

Qualora intervenga la revoca del consenso al trattamento specifico da parte dell'interessato, i dati verranno cancellati o resi anonimi entro 72 ore dalla ricezione della revoca. 

Ai sensi dell'Art. 13, comma 2, lettera (f) del Regolamento, si informa che tutti i dati raccolti non saranno comunque oggetto di alcun processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione. 

 

9. Diritti dell'interessato


Gli utenti possono sempre esercitare i diritti esplicitati negli articoli 13 (Comma 2), 15, 18, 19 e 21 del GDPR, qui riassunti nei seguenti punti: 

  • L'interessato ha il diritto di ottenere la conferma dell'esistenza di dati che lo riguardano, anche se non ancora comunicati, e di avere la loro comunicazione in forma intelligibile;
  • L'interessato ha il diritto di chiedere al Titolare del trattamento l'accesso ai dati personali, l'integrazione, la rettifica, la cancellazione degli stessi o la limitazione dei trattamenti che lo riguardano o di opporsi al loro trattamento, oltre al diritto alla portabilità dei dati;
  • Ha il diritto di proporre un reclamo al Garante per la protezione dei dati personali, seguendo le procedure e le indicazioni pubblicate sul sito web ufficiale dell'Autorità su www.garanteprivacy.it;


L'esercizio dei diritti non è soggetto ad alcun vincolo di forma ed è gratuito.

A partire dal ricevimento della presente comunicazione informativa, si intenderà rilasciato il consenso al trattamento dei dati personali di cui ai punti sopra.

 

10. Modalità di esercizio dei diritti


Gli utenti possono esercitare i propri diritti in qualsiasi momento, inviando una mail all'indirizzo info@cyclisthotel.com

Oppure scrivendo a mezzo di posta a: 
Maria Gerla Colomba con sede a Riccione   Via tre baci 3 , cap. 47838