Fiorenzo Magni, il Leone delle Fiandre. Al via la 100ma edizione

Fiorenzo Magni, il Leone delle Fiandre. Al via la 100ma edizione

 

Fiorenzo Magni nasce a Vaiano (Prato) il 7 dicembre 1912. Nonostante una carriera spesa a combattere contro i fenomeni Fausto Coppi e Gino Bartali, vinse tre Giri d’ Italia (1948, 1951, 1955), tre campionati italiani (1951, 1953, 1954), tre Giri delle Fiandre (1949, 1950, 1951) ecc.

Nel 1949 Magni vinse il primo di tre Giri delle Fiandre consecutivi, impresa che gli sarebbe valsa il soprannome di “Leone delle Fiandre”. Magni vince nel 1949 davanti a Ollevier e Schotte; nel 1950 stracciando tutti sul “muro di Granmont” infestato di pavé e di polvere di carbone; nel 1951 facendo sfoggio di potenza nei confronti dei francesi Gauthier e Redolfi. Nel 1951 Magni vinse anche il suo secondo Giro d’ Italia, decisivo l’attacco al belga Rik Van Steenbergen in una discesa verso Bolzano: 'Conservo gelosamente una copia della Gazzetta dell’ 11 giugno 1951. Si annuncia in alto, a tutta pagina, che Magni ha vinto il Giro e sotto, di taglio basso, si dice che il Milan ha vinto lo scudetto'.

Il dolore per gli attentati di Bruxelles e il lutto per la morte di due giovani corridori in due giorni (Antoine Demoitié e Dan Myngheer) non fermano le celebrazioni per il più importante rito laico belga. Domenica, con partenza a Bruges e arrivo a Oudenaarde - confermata la presenza della famiglia reale - si disputa la centesima edizione del Giro delle Fiandre, la corsa che più di tutte simboleggia la tradizione nel ciclismo con i suoi 18 muri, venerati come reliquie e un milione di tifosi sul tracciato.

 

C’è molta apprensione attorno allo svolgimento delle classiche del Nord a causa dei fatti dolorosi e drammatici di Bruxelles degli ultimi giorni. Fermare le corse sarebbe una soluzione per garantire la sicurezza e l’incolumità dei corridori e degli spettatori? No, non è possibile, soprattutto qui. La storia ci ricorda che la ‘schiena’ del Giro delle Fiandre è robusta, come quella del suo popolo che, invaso nel 1939 con il re imprigionato e il governo in esilio, non interruppe il Giro delle Fiandre. Per le Fiandre, già allora, era l’evento più importante dell’anno e non disputarlo sarebbe stato un segno di resa di fronte al nemico. In un volantino antitedesco che pare circolasse a quei tempi c’era scritto“Il Giro delle Fiandre è vessillo d’indipendenza e autonomia”.

Nel 1943, l’idolo di casa, Achiel Buysse completò una tripletta mai riuscita fino ad allora e, dopo il traguardo fu osannato come un re da una folla enorme. La gente si riversò in strada sino a tarda sera sfidando il coprifuoco imposto dai tedeschi che non provarono nemmeno ad arginare questa folla che portava in trionfo un suo campione per esaltarne le gesta e palesare il proprio orgoglio nazionale di fronte all’oppressore. 

A volte è possibile dimenticare dolore e sofferenza  grazie alle gioie vere ed autentiche che solo una bicicletta ti può dare.

COMMENTA

  1. Olyvia T. 02/04/2016

    Le Fiandre, un fazzoletto di terra che riversa sulle strade 1 milione di appassionati. Questo si che è amore per il ciclismo, amore vero.

Nome
Email
Messaggio
Invia Commento


Do il consenso
Nego il consenso
Informativa sulla Privacy Ai sensi del Regolamento UE 2016/679 Clicca qui

Informativa sulla Privacy Ai sensi del Regolamento UE 2016/679

Ai sensi del Regolamento UE 2016/679 denominato “Regolamento Europeo in materia di protezione dei dati personali” (GDPR) informiamo gli utenti che i dati personali immessi nel sito sono trattati con le modalità e le finalità descritte di seguito. 

Per trattamento di dati personali ai sensi della norma, si intende qualunque operazione o complesso di operazioni, svolti con o senza l'ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati, concernenti la raccolta, la registrazione, l'organizzazione, la conservazione, l'elaborazione, la modificazione, la selezione, l'estrazione, il raffronto, l'utilizzo, l'interconnessione, il blocco, la comunicazione, la diffusione, la cancellazione e la distribuzione di dati. 

In osservanza delle prescrizioni previste dal nuovo Regolamento in materia di protezione dei dati personali, si comunica quanto segue:

 

1. Titolare del trattamento 


Titolare del trattamento dei dati è Maria Gerla Colomba con sede a Riccione   Via tre baci3 , cap. 47838, che li utilizzerà per le finalità indicate di seguito. Per ulteriori informazioni potete contattarci al seguente indirizzo mail: info@cyclisthotel.com

2. Oggetto del trattamento


I dati personali ed anagrafici (nome, cognome, indirizzo email) da noi raccolti vengono forniti dall'utente in fase di registrazione al sito web www.cyclisthotel.com, all'invio di una richiesta di contatto e/o all'atto di iscrizione al servizio di newsletter. 

3. Finalità del trattamento


I dati personali sono trattati per finalità connesse o strumentali all'attività del concessionario Maria Gerla Colomba quali l'archiviazione nei propri database o lo svolgimento di attività di direct mail marketing. In particolare: 

A. Senza il consenso espresso dell'interessati per:

  • La richiesta di registrazione al sito web;
  • La ricezione di un messaggio inviato tramite il form “Contattaci”. Al momento della compilazione del form vengono richiesti i dati personali (nome e indirizzo di posta elettronica) con i quali successivamente l'utente sarà identificato al fine di inviare una risposta all'indirizzo email indicato.

B. Con il consenso espresso dall'interessato per l'iscrizione al servizio di newsletter fornito dal Titolare. 

 

4. Modalità del trattamento


I dati personali sono oggetto di trattamento improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza. La società assicura che il trattamento dei dati effettuato con o senza l'ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati, avverrà mediante strumenti idonei a garantirne la sicurezza e la riservatezza dell'interessato, tramite l'utilizzo di idonee procedure che evitino il rischio di perdita, accesso non autorizzato, uso illecito e diffusione, nel rispetto dei limiti e delle condizioni posti dal Regolamento UE 2016/679.

I dati personali sono sottoposti a trattamento sia cartaceo che elettronico e/o automatizzato.

I dati vengono trattati da nostro personale, ove impegnato nella esecuzione del mandato conferitoci.

 

5. Accesso ai dati


I soggetti che possono venire a conoscenza dei dati personali dell'utente in qualità di responsabili o incaricati (in base all'Articolo 13 Comma 1 del GDPR) sono: 

  • Il Titolare del trattamento
  • Il personale del Titolare del trattamento, per l'espletamento delle richieste dell'utente (registrazione al sito web, iscrizione alla newsletter, risposta ad una richiesta di informazioni)

I dati personali non saranno oggetto di diffusione a terzi. 

 

6. Comunicazione dei dati


I dati potranno essere comunicati a Organismi di vigilanza, Autorità giudiziarie ed altri soggetti terzi ai quali la comunicazione sia obbligatoria in forza di legge, ivi incluso l'ambito di prevenzione/repressione di qualsiasi attività illecita connessa all'accesso al sito e/o all'invio di una richiesta. 

 

7. Trasferimento dei dati


La gestione e la conservazione dei dati personali avverrà su server ubicati in Italia del Titolare e/o di società terze e nominate quali Responsabili del trattamento. 
I dati non saranno oggetto di trasferimento al di fuori dell'Unione Europea. 

 

8. Periodo di conservazione dei dati


I dati personali degli utenti del sito che inviano una richiesta di informazioni tramite il modulo di contatto, saranno conservati per i tempi strettamente necessari all'espletamento della richiesta, per le finalità illustrate nel punto 3.  

I dati raccolti per le attività di registrazione al sito web e iscrizione al servizio di newsletter, saranno inseriti nel database aziendale e conservati per il tempo della durata del servizio, al termine del quale saranno cancellati o resi anonimi entro i tempi stabiliti dalla norma di legge. 

Qualora intervenga la revoca del consenso al trattamento specifico da parte dell'interessato, i dati verranno cancellati o resi anonimi entro 72 ore dalla ricezione della revoca. 

Ai sensi dell'Art. 13, comma 2, lettera (f) del Regolamento, si informa che tutti i dati raccolti non saranno comunque oggetto di alcun processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione. 

 

9. Diritti dell'interessato


Gli utenti possono sempre esercitare i diritti esplicitati negli articoli 13 (Comma 2), 15, 18, 19 e 21 del GDPR, qui riassunti nei seguenti punti: 

  • L'interessato ha il diritto di ottenere la conferma dell'esistenza di dati che lo riguardano, anche se non ancora comunicati, e di avere la loro comunicazione in forma intelligibile;
  • L'interessato ha il diritto di chiedere al Titolare del trattamento l'accesso ai dati personali, l'integrazione, la rettifica, la cancellazione degli stessi o la limitazione dei trattamenti che lo riguardano o di opporsi al loro trattamento, oltre al diritto alla portabilità dei dati;
  • Ha il diritto di proporre un reclamo al Garante per la protezione dei dati personali, seguendo le procedure e le indicazioni pubblicate sul sito web ufficiale dell'Autorità su www.garanteprivacy.it;


L'esercizio dei diritti non è soggetto ad alcun vincolo di forma ed è gratuito.

A partire dal ricevimento della presente comunicazione informativa, si intenderà rilasciato il consenso al trattamento dei dati personali di cui ai punti sopra.

 

10. Modalità di esercizio dei diritti


Gli utenti possono esercitare i propri diritti in qualsiasi momento, inviando una mail all'indirizzo info@cyclisthotel.com

Oppure scrivendo a mezzo di posta a: 
Maria Gerla Colomba con sede a Riccione   Via tre baci 3 , cap. 47838